Giorgio Pandiani e le sue Radici

Radici_copertinaOggi andiamo alla scoperta, con questa ampia intervista, rilasciataci in esclusiva , dall’autore Giorgio Pandiani  , ovvero l’ideatore del volume  Radici , che ci condurrà alla scoperta della sua graphic novel. 

COME NASCE QUESTO PROGETTO

Giorgio Pandiani: Ho sempre avuto un legame molto forte con il territorio che circonda Lecco, la città in cui sono nato e in cui vivo tutt’ora. Il lago, le montagne, i boschi hanno sempre fatto parte della mia vita e del mio immaginario, apparendo in quasi tutti i fumetti che ho realizzato.

Molti anni fa germogliò nella mia testa il seme di una storia: una vicenda con elementi horror, crime e detection che esplorasse il rapporto tra noi uomini e il regno vegetale, spesso considerato, a torto, statico e inanimato, morto, quasi. Una risorsa da sfruttare a nostro piacimento.

Dopo aver autoprodotto “I Palazzi” nel 2011, ottenendo risultati incoraggianti (copie esaurite e recensioni positive), il seme era diventato una bella piantina e il momento sembrava giusto per provare a farla crescere su dei fogli di carta, innaffiati con l’inchiostro.

Nell’estate del 2012 ho terminato lo storyboard di “Radici” e mi sono accorto di avere tra le mani un discreto alberello: 216 tavole in bianco e nero, divise in 9 capitoli da 24 pagine l’uno.

L’autoproduzione mi avrebbe permesso di realizzare il fumetto esattamente come volevo (in termini di scrittura e disegno, ma anche di stampa) ma allo stesso tempo significava lavorare da solo per anni, sparendo al tavolo da disegno per molto tempo e non avendo alcun riscontro sul valore effettivo delle tavole che stavo producendo.

Ho deciso quindi di dividere la storia in 3 volumi, da 3 capitoli ciascuno.

Da Novembre 2014 il primo volume di “Radici” è disponibile in cartaceo e digitale, grazie agli amici di Comics Fu. La vendita delle copie cartacee sta andando bene e le prime recensioni sono decisamente positive.IMG_20141013_185126

Anche grazie a questa spinta, la lavorazione del secondo volume procede.

CHI SONO I PERSONAGGI PRINCIPALI


Giorgio Pandiani:
 
“Radici” è una vicenda corale, con un buon numero di personaggi principali. Tutti avranno un ruolo importante nel corso della vicenda e preferisco non svelare niente sulle loro identità e motivazioni. Vorrei che il lettore si approcciasse ai personaggi senza pregiudizi, decidendo da solo di chi fidarsi. Se qualcuno di cui fidarsi c’è.

IL TEMPO E IL LUOGO DELLA NARRAZIONE

Giorgio Pandiani: La storia è ambientata ai giorni nostri nei dintorni di Lecco, lungo le superstrade che costeggiano il lago e tagliano i boschi, circondate da vecchi edifici e fabbriche abbandonate. O forse no. Chi è della zona riconoscerà alcuni posti… e allo stesso tempo non li riconoscerà. Così come per i personaggi, anche nell’ambientazione il mistero gioca un ruolo fondamentale e preferisco non svelare troppo.

LO STILE GRAFICO SCELTO

Giorgio Pandiani: Ogni storia richiede un proprio segno, o più di uno, per essere raccontata con efficacia. “Radici” doveva essere in bianco nero. Dopo aver studiato molti autori di fumetto italiani e stranieri, i disegni e le stampe dei grandi artisti di fine ‘800 e inizio ‘900, la pittura cinese e giapponese a inchiostro, ho optato per uno stile essenziale, con contrasti netti tra luce e ombra, cercando un equilibrio tra istintività del segno e chiarezza narrativa.

Qualche tavola è realizzata in un secondo stile, in qualche modo figlio del primo. Il motivo della presenza di entrambi si capirà a storia conclusa, spero.IMG_20140329_113335


CI RIVELI QUALCHE CURIOSITA’

Giorgio Pandiani: Qualsiasi cosa facciamo consuma risorse ed energia. Anche i fumetti.

“Radici” è stato realizzato con meno materiali possibili (acqua, inchiostro e carta), limitando l’uso del computer allo stretto indispensabile e riciclando anche il più piccolo avanzo di cartoncino.

La versione cartacea è stata stampata su carta riciclata, utilizzando inchiostri a cera e solo energie rinnovabili (certificazioni europee FSC ed Eco-Print). La stampa delle copie contribuisce anche a finanziare la pulizia di boschi in Liguria (la regione in cui si trova la tipografia).

Di Ivano Garofalo

 

About pqeditor